Torna anche quest’anno il bando culturability, l’iniziativa ideata e promossa dalla Fondazione Unipolis, la fondazione d’impresa del Gruppo Unipol.

Nato nel 2009 con un primo workshop di co-progettazione, il bando culturability è alla sua quarta edizione: quest’anno l’iniziativa intende sostenere progetti innovativi in ambito culturale e creativo ad alto impatto sociale, che recuperano e danno nuova vita a spazi, edifici, ex siti industriali, abbandonati o in fase di transizione.

Cultura, innovazione e coesione sociale, collaborazione, sostenibilità economica, occupazione giovanile: sono questi gli ingredienti che culturability cerca nei progetti da sostenere, con l’obiettivo di riempire di creatività gli spazi vuoti, restituendoli alle comunità.

Destinatari

Possono partecipare al bando:

  • organizzazioni non profit, imprese cooperative e private che operano in campo culturale ricercando un impatto sociale, con sede in Italia e un organo di gestione composto prevalentemente da giovani under 35;
  • team informali composti prevalentemente da under giovani 35,
  • reti di partenariato fra organizzazioni (il capofila deve rispettare i requisiti del punto 1, mentre i partner possono avere sede anche all’esterno, presentare una natura giuridica diversa, non rispettare il requisito anagrafico).

La call è aperta dal 16 febbraio al 13 aprile 2017.

Maggiori informazioni le trovate sul sito ufficiale di culturability.

Presentazione del bando il 9 marzo 2017 a Matera

Il bando viene presentato in diverse località italiane (potete vedere il calendario degli incontri di presentazione cliccando qui).

Per chi si trova a Matera e dintorni, il giorno 9 marzo è previsto l’incontro di presentazione nella città dei Sassi.

Al momento le presenze confermate per l’incontro di Matera sono quelle di:

  • Roberta Franceschinelli, responsabile del bando culturability;
  • Salvatore Adduce, presidente ANCI Basilicata;
  • Emmanuele Curti, Università degli studi della Basilicata;
  • Paolo Verri, direttore Fondazione Matera-Basilicata 2019.

Per maggiori informazioni sull’incontro di Matera, date un’occhiata all’evento creato su Facebook. Per partecipare, è obbligatoria l’iscrizione su Eventbrite.